Le buone pratiche della formazione: il caso di Asia Napoli

26 ottobre 2016

Segnaliamo la positiva esperienza di ASIA NAPOLI , Azienda Servizi di Igiene Ambientale,  iscritta a Fonservizi da marzo 2013. Si tratta di una società per azioni a totale capitale pubblico che opera nella città di Napoli gestendo il servizio di raccolta dei rifiuti urbani. I principali servizi offerti da ASIA, tutti riconducibili al ciclo della gestione dei rifiuti, sono servizi operativi ambientali (la raccolta differenziata, lo spazzamento, la raccolta del residuo indifferenziato) e il trasporto dei rifiuti verso gli impianti di recupero e smaltimento.  Oggi Asia Napoli è la più grande azienda di servizi di pubblica utilità nel settore igiene ambientale dell’intero meridione d’Italia con oltre 2.200 dipendenti. Dopo l’adesione a Fonservizi, l’azienda ha attivato il “Conto Formazione Aziendale” sin da aprile 2013, ritenendo che questo canale “a sportello” più snello e semplificato, potesse meglio adattarsi alle esigenze di semplificazione dell’azienda.

Abbiamo chiesto alla Dott.ssa Loredana Mauri, referente aziendale per la gestione dei piani formativi in ASIA, di raccontarci l’esperienza della sua azienda con Fonservizi. Dalla testimonianza raccolta è emerso chiaramente come il Conto Formazione Aziendale abbia rappresentato uno strumento fondamentale per poter intensificare gli interventi formativi. In totale sono state erogate 11.000 ore di formazione, coinvolgendo circa 1.100 risorse per un totale di 8 piani formativi e 110 edizioni corsi.  “E’ stato fondamentale – spiega la Dott.ssa Mauri – per la buona riuscita dei vari percorsi formativi, il pieno coinvolgimento dei destinatari della formazione attraverso l’attivazione di percorsi di analisi dei fabbisogni molto mirati”. “In Asia è stato fondamentale diffondere la cultura del cambiamento e dell’innovazione: si è passati da un’attività di sgombero strade dai rifiuti, all’attivazione di un sistema di raccolta differenziata che presuppone un approccio al tema dei rifiuti più consapevole ed integrato.” “La maggioranza dei lavoratori coinvolti nella formazione appartiene alla categoria degli over 50, una platea di lavoratori abituati a schemi di gestione del lavoro classici. Dopo le prime resistenze, normali per lavoratori non abituati all’idea di una formazione diversa da quella obbligatoria, i partecipanti ai corsi hanno manifestato il proprio interesse sentendosi parte dell’azienda e soprattutto “strumento” fondamentale per la diffusione della cultura della raccolta differenziata.” Per dare un’ulteriore idea dell’utilizzo dello strumento del Conto Formazione Aziendale da parte di ASIA, la dott.ssa Mauri ci ha fornito alcuni dati numerici che sintetizzano il fondamentale ruolo di Fonservizi nelle scelte anche strategiche dell’azienda: “dal 2013, ad oggi sono stati finanziati 10 piani formativi attraverso il Conto Formazione Aziendale e 2 piani formativi attraverso gli avvisi pubblici. Gli interventi sono stati di diversa natura, si è spaziato da percorsi formativi spot su una risorsa ad interventi più corposi, quale ad esempio il piano dal titolo LA FORMAZIONE DEI CAPITURNO E CAPISQUADRA che ha coinvolto oltre 100 lavoratori per un totale di 270 ore di formazione”. L’idea è stata quella di munire le risorse di ASIA Napoli, di un bagaglio di competenze nuovo, rinnovato, capace di accompagnare l’individuo verso una nuova visione della propria attività lavorativa. Non più un mero strumento di       nobilitazione economico-sociale, ma una vera e propria missione verso il territorio. In base a questa ottica, l’obiettivo è far sì che Capiturno e Capisquadra, attraverso la formazione, acquisiscano consapevolezza del proprio ruolo.  In conclusione, si evidenzia la positività dell’esperienza, anche grazie alle procedure semplificate messe in atto da Fonservizi sia nella fase di presentazione dei piani formativi che nella fase di gestione, garantendo sempre risposte in tempo reale agli utenti e percorsi di assistenza tecnica mirati.

M.D.S.

ARCHIVIO ARTICOLI LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO ACQUA NOVARA VCO

15/05/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI ATENA SPA

04/04/17 – IL CASO DI “ SETA SPA”

13/03/17 – IL CASO CTM CAGLIARI

28/02/17 – IL CASO DI “ LA GARDENIA SRL”

1/02/17 – IL CASO APT GORIZIA

28/12/16 – IL CASO DI ASA SPA

26/11/16 – L’ESEMPIO DEL COMUNE DI MILITELLO DI CATANIA

26/10/16 – L’ATTIVITÀ DI ASTI SERVIZI PUBBLICI

25/10/16 – IL CASO DI IAL LOMBARDIA

25/10/16 – IL CASO DI TIEMME SPA

25/10/16 – L’ESEMPIO DI SIA SRL

25/10/16 – IL CASO DI GAIA SPA