LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: L’ESPERIENZA SMAT

15 febbraio 2018

La SMAT, Società Metropolitana Acque Torino, gestore del servizio idrico integrato in 292 Comuni dell’Area Metropolitana Torinese ed un bacino di utenza superiore ai 2,2 milioni di abitanti opera, con 991 dipendenti, in un territorio che comprende 12.000 km di reti acquedotto, 9.000 km di fognature e 503 impianti.
Attraverso la “Scuola dell’Acqua”, struttura aziendale nata circa vent’anni fa, SMAT progetta e organizza corsi di addestramento e aggiornamento professionale per il personale interno e per gli operatori delle aziende dei servizi a rete.
Dal 2011, anno in cui ha attivato il proprio Conto formazione Aziendale presso Fonservizi, ad oggi, SMAT ha presentato 12 Piani Formativi aziendali, erogando oltre 2500 ore di formazione, articolate in oltre 400 corsi.
Sabrina Naborre, Responsabile Risorse Umane, Relazioni Industriali e Formazione del Gruppo SMAT, ripercorre l’esperienza dell’azienda con Fonservizi, evidenziando come il Conto Formazione Aziendale rappresenti uno strumento importante a sostegno della formazione continua in grado di accompagnare lo sviluppo del Gruppo SMAT.
Nell’ambito dell’attività di formazione, nel solo 2016, l’azienda ha organizzato 158 corsi di formazione interni per adeguare le competenze dei dipendenti ai cambiamenti dei nuovi sistemi informatici, a quelli riferiti alla certificazione del sistema di gestione ambientale e agli aggiornamenti sui temi della prevenzione e protezione dei rischi e sulle norme antincendio.
“Infatti, l’attuazione del Piano “Aree Risorse Umane, Ambiente e Sistemi Informatici (CFA 106/2016) – commenta Sabrina Naborre- strutturato in 89 percorsi formativi, pari a 481 ore ed un totale complessivo di 7188 ore di attività formativa “ ha coinvolto tutti i lavoratori impiegati nel Gruppo in quanto è stato introdotto il sistema di gestione ambientale in conformità alla norma ISO 14001 in relazione all’iter certificativo allora in corso.”
“L’esperienza si è rivelata nel complesso molto positiva, grazie alle procedure snelle e flessibili messe in atto da Fonservizi, sia nella fase di presentazione dei piani formativi sia di gestione e rendicontazione oltre all’ assistenza tecnica che ci è sempre stata fornita in tutte le fasi del processo”.

ARCHIVIO ARTICOLI LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE
18/06/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DEL COMUNE DI MESSINA

29/05/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: L CASO DELLE STRUTTURE SOCIO SANITARIE DELLA REGIONE LOMBARDIA

31/01/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. CARBOIL

4/12/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. ATM Milano

31/10/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. MAR. Srl

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI MOM – MOBILITA’ DI MARCA

26/07/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI INFRATRASPORTI TORINO

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI ACQUA NOVARA VCO

15/05/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO ATENA SpA

4/04/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI SETA SpA

13/03/17 – IL CASO CTM CAGLIARI

28/02/17 – IL CASO DI “ LA GARDENIA SRL”

1/02/17 – IL CASO APT GORIZIA

28/12/16 – IL CASO DI ASA SPA

28/11/16 – L’ESEMPIO DEL COMUNE DI MILITELLO DI CATANIA

26/10/16 – L’ATTIVITÀ DI ASTI SERVIZI PUBBLICI

26/10/16 – IL CASO DI ASIA NAPOLI

25/10/16 – IL CASO DI IAL LOMBARDIA

25/10/16 – IL CASO DI TIEMME SPA

25/10/16 – L’ESEMPIO DI SIA SRL

25/10/16 – IL CASO DI GAIA SPA