Torna all'elenco

17/05/2022

LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: “TRASPORTI MO.VI.SOC.COOP. e PARTNERS”

Continua la rubrica dedicata a “Le buone pratiche della formazione” uno spazio della nostra newsletter che periodicamente Fonservizi dedica alle aziende aderenti. Si tratta di un diario nel quale annotare e dare evidenza ad esperienze di formazione alle quali aziende e lavoratori hanno preso parte grazie al riconoscimento di finanziamenti da parte del Fondo.

In questo numero segnaliamo il piano formativo dal titolo “la formazione muove il futuro” finanziato da Fonservizi attraverso l’Avviso 01/2020.

Protagonista di questo piano aziendale è Trasporti Mo.Vi.Soc.Coop. come capofila di un gruppo di tre aziende partners che operano in stretta sinergia collaborativa e professionale per il trasporto pubblico sia di persone che di merci (essenzialmente nel territorio salentino e pugliese) che ha visto come soggetto attuatore l’Ente di Formazione Prometeo s.f.e. di Casarano (LE).

Oltre appunto alla capofila, Trasporti Mo.Vi.Soc.Coop. (attiva dal 2012) le altre due aziende aderenti e beneficiarie del piano sono: Alba nuovi trasporti soc.coop. (attiva dal 2014) e Movi trans soc.coop. (attiva dal 2001). Fanno parte di un consorzio di fatto e sono certificate secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000 elaborando ciascuna un proprio sistema di gestione per la qualità al fine di operare con metodi e sistemi ottimizzati, efficienti e trasparenti che garantiscano sia il cliente-viaggiatore che il cliente-ente.

I dipendenti formati sono stati 11 e l’età media è stata intorno ai 40 anni con parte dei discenti di età superiore ai 50 ognuno con livelli di inquadramento diversi.

Per le finalità e gli obiettivi generali delle aziende beneficiarie occorre sottolineare che i dipendenti coinvolti partivano da diversi gradi di preparazione, livelli istruttivi e tipo di mansioni per questo si sono strutturati dei percorsi didattici che al termine hanno di fatto livellato tali asimmetrie implementando le “skills” necessarie e mancanti ad ogni discente sia a livello individuale che di gruppo.

Nonostante le difficoltà della situazione emergenziale sono stati portati avanti tutti gli interventi formativi progettati con un “follow up” ritenuto soddisfacente e proficuo da aziende e lavoratori. Difatti il piano formativo ha potenziato le competenze/abilità dei dipendenti rafforzando il proprio ruolo e la propria posizione all’interno di un settore come quello dei trasporti determinante per il tessuto salentino, specie per il trasporto di persone e turisti.

L’impianto didattico del Piano è stato delineato da un’articolazione sistemica di fasi, attività, tempistiche e tematiche ed è stato suddiviso in tre aree: attività preparatorie e trasversali alla formazione; attività non formative; attività di erogazione della formazione. In particolare, attraverso il Piano ed il primo corso per la tematica “lingue straniere”, si è puntato a consolidare in modo più qualificante e professionale il contatto e l’approccio con il cliente straniero fornendo gli strumenti linguistici necessari per permettere a ciascun operatore di intrattenere conversazioni semplici.

Il primo corso su “inglese turistico” (della durata di 25 ore) ha previsto in totale tre moduli integrati e tematici per acquisire la fraseologia necessaria per interloquire in modo corretto con i numerosi turisti che usano i mezzi per la mobilità. Il secondo corso invece è stato incentrato sulla “certificazione di qualità del conducente e sulla nuova modalità di organizzazione e sistemi di sicurezza da adottare per fronteggiare l’emergenza Covid 19” (della durata di 35 ore) il quale ha previsto due moduli su tale tematica corsuale.

In ogni modulo sono state previste modalità didattiche sia teoriche che pratiche in un’aula strutturata e con attività di esercitazione, laboratori e simulazioni dove al termine di ciascuno sono state effettuate delle prove di verifica per valutare gli esiti dell’apprendimento che hanno portato al conseguimento dell’attestato finale con la relativa dichiarazione delle competenze acquisite.

I risultati ottenuti sono stati in linea con gli obiettivi delineati all’interno del Piano, sia per quanto riguarda le abilità e le conoscenze in termini linguistici (ad uso turistico) che per quanto riguarda l’acquisizione delle informazioni specialistiche necessarie per aumentare la qualità totale del servizio erogato finalizzata nel conseguimento della Carta di Qualificazione del Conducente.

Tali risultati si sono dimostrati rilevanti anche per le aziende beneficiarie, poiché attraverso il Piano sono riuscite a qualificare i propri lavoratori per offrire servizi di trasporto in modo certamente più performante e soddisfacente nei confronti degli utenti serviti rendendo i dipendenti maggiormente preparati sull’organizzazione del loro lavoro, anche in funzione delle disposizioni e protocolli per il contenimento del contagio da COVID 19 (DPI, sanificazione mezzi, regole e prassi, ecc) che hanno condizionato e giocoforza modificato l’abituale modus operandi.