Decreto del Ministero

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

VISTO l’art. 118 della legge 23 dicembre 2000 n. 388, commi 1 e 2, e successive modifiche ed integrazioni;

VISTO il Decreto del Ministro del 23 maggio 2008 di delega di attribuzioni al Sottosegretario di Stato Pasquale Viespoli;

VISTO l’Accordo Interconfederale sottoscritto in data 5 luglio 2010 tra l’organizzazione datoriale CONFSERVIZi (Confederazione dei servizi pubblici locali – ASSTRA, FEDERAMBIENTE, FEDERUTILITY) e le organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL per la costituzione di un Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua nei servizi pubblici industriali, ai sensi dell’art. 118 della Legge 388/2000 e s.m.i.;

VISTO l’atto costitutivo del “Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua nei servizi pubblici industriali”(di seguito denominato “Fondo”) a rogito del notaio Marina Fanafani di Roma, repertorio n. 59395 – raccolta n. 17272 registrato a Roma il 3 agosto 2010 al n. 21367, e gli allegati allo stesso (statuto e regolamento) che ne formano parte integrante e sostanziale;

VISTO l’istanza prot. 173/2010/D del 05/08/2010 con la quale il Direttore del Fondo chiedeva il riconoscimento della personalità giuridica e l’autorizzazione ad operare dello stesso, denominandolo “FONDO FORMAZIONE SERVIZI PUBBLICI INDUSTRIALI”;

VERIFICATA la conformità dei criteri di gestione del Fondo sopracitato alle finalità di cui al comma 1 dell’art. 118 della Legge 388/2000 e s.m.i.;

DECRETA

Articolo 1

All’Associazione “Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua nei servizi pubblici industriali” (FONDO FORMAZIONE SERVIZI PUBBLICI INDUSTRIALI), con sede a Roma, è riconosciuta la personalità giuridica.

Articolo 2

L’Associazione “FONDO FORMAZIONE SERVIZI PUBBLICI INDUSTRIALI” è autorizzata, ai sensi del comma 2 dell’art. 118 della Legge 23 dicembre 2000 n. 388 e successive modifiche ed integrazioni, a finanziare in tutto o in parte piani formativi aziendali, territoriali, settoriali o individuali concordati tra le parti sociali, nonché eventuali ulteriori iniziative propedeutiche e comunque direttamente connesse a detti piani concordate tra le parti, come previsto dal comma 1 dell’art. 118 Legge 388/2000 e successive modifiche e integrazione.

Il presente atto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Roma 27 settembre 2010

PER IL MINISTRO

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO

Sen. PASQUALE VIESPOLI