Le buone pratiche della formazione: il caso di Atomtech Srl, Basic Srl e Philmark informatica Spa

14 dicembre 2020

Continua la rubrica dedicata a “le buone pratiche della formazione”, uno spazio della nostra newsletter che periodicamente Fonservizi dedica alle aziende aderenti. Si tratta di un diario nel quale annotare e dare evidenza ad esperienze di formazione alle quali aziende e lavoratori hanno preso parte grazie al riconoscimento di finanziamenti da parte del Fondo.
In questo numero segnaliamo il piano formativo codice avv022018 078 finanziato da Fonservizi attraverso l’Avviso 02_2018.
Protagoniste di questo piano settoriale dal titolo “ITC: Innovative Competences 4 Technologies” sono 3 aziende che gestiscono attività nel settore dell’informatica. In particolare il piano formativo è stato presentato dalla Fondazione ITS Servizi alle Imprese, per i dipendenti di ATOMTECH Srl, BASIC Srl e PHIL-MARK INFORMATICA Spa.
Si tratta di imprese giovani, che hanno già all’attivo collaborazioni stabili e che operano nel medesimo settore di attività. In quest’ottica hanno deciso di intraprendere una strada comune e hanno quindi individuato fabbisogni comuni, sia dal punto di vista della crescita che della formazione.
PHILMARK Spa nasce nel 2009 e in pochi anni ha raggiunto risultati importanti offrendo una serie diversificata di servizi nel settore dell’Information Technology (outsourcing, system integration, project, security). L’azienda conta oggi 81 dipendenti, tutti a tempo indeterminato o in apprendistato. La società ha sede a Roma e offre attualmente servizi di outsourcing informatico per aziende e specialisti del settore IT, attività di progettazione e sviluppo, attività di System Integration e attività di Web Security.
BASIC Srl è una giovane startup innovativa nata nel 2015; realizza software ad alto contenuto innovativo impiegando personale altamente qualificato ed usufruendo delle più avanzate tecniche di ricerca e sviluppo. Grazie alla Software Factory interna, realizza progetti chiavi in mano in tutti i linguaggi di sviluppo e su tutte le principali tecnologie, oltre a soluzioni per l’ottimizzazione dei processi aziendali.
In virtù della sua esperienza, l’azienda si configura come un vero e proprio System Integrator specializzato nella virtualizzazione e nel consolidamento dell’infrastruttura informatica.
Attualmente Basic conta 35 di-pendenti.
ATOMTECH Srl è una startup innovativa nata nel 2017. Impiega un gruppo di lavoro esperto nell’assistenza, nella sistemistica e nella progettazione software. Particolare attenzione viene ri volta dall’impresa agli investi-menti in “Ricerca e Sviluppo” al fine di creare nuovi prodotti e soluzioni ad alto livello tecnologico che possano caratterizzarla in modo particolare nel mercato in cui opera. La ricerca di soluzioni innovative, ottenute con l’integrazione di conoscenze proprie e di partner, con tecnologie all’avanguardia e di alto livello, viene modellata in funzione di un impatto sempre minore sull’ambiente ed in funzione dell’abbassamento del digital divide nelle sue varie declinazioni. Atomtech occupa attualmente 34 dipendenti.
Per quanto ciascuna azienda abbia il suo focus specifico, tutte e 3 le imprese sono accomunate innanzitutto dal tipo di attività che offrono, vale a dire la progettazione e lo sviluppo di soluzioni ICT. Si tratta inoltre di aziende giovani, che hanno conosciuto e stanno conoscendo una rapidissima crescita, sia dal punto di vista dell’organizzazione interna che del fatturato e del numero di clienti.
Il piano formativo finanziato da Fonservizi è stato sviluppato per un totale di 77 dipendenti delle aziende beneficiarie con l’obiettivo di consolidare il know-how già in possesso dei lavoratori coinvolti, aggiornando conoscenze e competenze dei lavoratori in possesso di maggiore esperienza e formando e specializzando quelli più giovani.
L’intervento si articola in 3 corsi: “Elementi di privacy”, della durata di 2 ore, rivolto complessivamente a 77 allievi, “Linguaggi di programmazione”, della durata di 40 ore, rivolto complessivamente a 30 allievi, “Elementi di lingua inglese”, della durata di 40 ore, rivolto complessivamente a 10 allievi.
Per la realizzazione del piano, la Fondazione ITS Servizi alle Im-prese ha elaborato un modello formativo che affianca, alle attività didattiche vere e proprie, una serie di attività propedeutiche e di supporto che hanno lo scopo di tarare i percorsi sulle reali esigenze dei partecipanti e di aiutarli a sviluppare capacità di autoanalisi e di consapevolezza rispetto alle conoscenze e alle competenze in loro possesso. Le attività didattiche sono in via di conclusione ma hanno già determinato uno sviluppo degli esiti attesi in linea con quanto definito in fase di progettazione, determinando una maggiore consapevolezza, da parte del personale coinvolto nel piano formativo, del valore aggiunto della formazione, sia in termini di maggiori competenze acquisite che in termini di impatto aziendale.

 

Questo articolo è stato redatto con il contributo del Dott. Claudio Senigagliesi Presidente ITS Servizi alle Imprese
 

basic-technology atomtech philmark-group

 

ARCHIVIO ARTICOLI LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE

17/11/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI MARIA CECILIA HOSPITAL

15/10/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI METALSUN SRL

15/09/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI FIUMICINO TRIBUTI S.P.A.

22/07/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DELLE SCUOLE CAMPANE

09/06/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DOTTOR SORRISO ONLUS

04/05/20 LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI EURO.MED., FA.MA. SOC.COOP.SOC. E LA PERGOLA SOC.COOP.SOC.

08/04/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI CASA SPA, SPES S.C.R.L., APES S.C.P.A. E SOCIETA’ RISORSE SO.RI. SPA

11/03/2020 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI VILLA TORRI HOSPITAL

22/03/19 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI SANTA MARIA DEL CASTELLO ONLUS

27/02/19 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: CONSORZIO PRODEST

24/01/19 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI ACSM AGAM SPA

18/12/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI A.AM.P.S. LIVORNO

20/11/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI C.T.I. A.T.I. GRUPPO A.IR. S.P.A.

18/06/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DEL COMUNE DI MESSINA

29/05/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: L CASO DELLE STRUTTURE SOCIO SANITARIE DELLA REGIONE LOMBARDIA

15/02/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: L’ESPERIENZA SMAT

31/01/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. CARBOIL

4/12/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. ATM Milano

31/10/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. MAR. Srl

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI MOM – MOBILITA’ DI MARCA

26/07/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI INFRATRASPORTI TORINO

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI ACQUA NOVARA VCO

15/05/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO ATENA SpA

4/04/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI SETA SpA

13/03/17 – IL CASO CTM CAGLIARI

28/02/17 – IL CASO DI “ LA GARDENIA SRL”

1/02/17 – IL CASO APT GORIZIA

28/12/16 – IL CASO DI ASA SPA

28/11/16 – L’ESEMPIO DEL COMUNE DI MILITELLO DI CATANIA

26/10/16 – L’ATTIVITÀ DI ASTI SERVIZI PUBBLICI

26/10/16 – IL CASO DI ASIA NAPOLI

25/10/16 – IL CASO DI IAL LOMBARDIA

25/10/16 – IL CASO DI TIEMME SPA

25/10/16 – L’ESEMPIO DI SIA SRL

25/10/16 – IL CASO DI GAIA SPA