Le buone pratiche della formazione: il caso di C.T.I. A.T.I. gruppo A.IR. S.p.a.

20 novembre 2018

Segnaliamo la positiva esperienza della società C.T.I.-A.T.I. S.p.a. che gestisce il sistema di trasporto pubblico della città di Avellino mediante autolinee di carattere urbano e suburbano.

La formazione di cui ha beneficiato la società C.T.I.-A.T.I. S.p.a. si inscrive nell’ambito degli strumenti di finanziamento che Fonservizi mette a disposizione delle aziende aderenti. Il piano attivato con il proprio Conto Formazione Aziendale (CFA), prevede l’aggiornamento formazione generale e specifica della durata di 6 ore da replicare in 7 edizioni. In totale le ore di formazione erogate sono state 42, per 35 beneficiari.

Tra i contenuti oggetto degli interventi formativi:

  • Richiami sul concetto di danno, rischio, prevenzione e protezione;
  • Organizzazione della prevenzione aziendale;
  • Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali;
  • Organi di vigilanza, controllo e assistenza;
  • Richiami sui rischi e gli infortuni.

Consvip s.c.ar.l. società di formazione e consulenza, individuata in qualità di fornitore del servizio di formazione, ha guidato la realizzazione del progetto perseguendo una metodologia didattica innovativa e dinamica.

L’intervento formativo ha contribuito allo sviluppo di nuove competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Nello specifico, i beneficiari della formazione hanno acquisito conoscenze sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e sulla normativa che disciplina la sicurezza. Le attività hanno inoltre consentito lo sviluppo di capacità analitiche (individuazione dei rischi), comportamentali (percezione del rischio) e fornito conoscenze generali sui concetti di danno, rischio, prevenzione e conoscenze specifiche rispetto alla legislazione e agli organi di vigilanza.

Scopo primario dell’intervento formativo non è stato solo quello di trasferire informazioni, ma anche di modificare le capacità sul campo, in modo da rendere il lavoratore consapevole dei necessari comportamenti che possano garantire una reale sicurezza sul luogo di lavoro.

Partendo dall’assunto che la vita dell’organizzazione dipende dall’azione quotidiana delle persone che la compongono, il proposito è stato innanzitutto quello di sollecitare, nelle persone, la voglia di apprendere e migliorarsi, per offrire un contributo di valore alla mission aziendale.

Le esperienze e l’intraprendenza personale, quando confluiscono sinergicamente in un contesto organizzato, rappresentano linfa vitale per lo sviluppo del business. Dimensione individuale ed organizzativa si intrecciano nelle dinamiche che caratterizzano la vita aziendale, richiedendo un lavoro continuo su competenze, comportamenti, ruoli e relazioni.

ARCHIVIO ARTICOLI LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE

18/12/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI A.AM.P.S. LIVORNO

18/06/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DEL COMUNE DI MESSINA

29/05/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: L CASO DELLE STRUTTURE SOCIO SANITARIE DELLA REGIONE LOMBARDIA

15/02/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: L’ESPERIENZA SMAT

31/01/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. CARBOIL

4/12/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. ATM Milano

31/10/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. MAR. Srl

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI MOM – MOBILITA’ DI MARCA

26/07/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI INFRATRASPORTI TORINO

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI ACQUA NOVARA VCO

15/05/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO ATENA SpA

4/04/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI SETA SpA

13/03/17 – IL CASO CTM CAGLIARI

28/02/17 – IL CASO DI “ LA GARDENIA SRL”

1/02/17 – IL CASO APT GORIZIA

28/12/16 – IL CASO DI ASA SPA

28/11/16 – L’ESEMPIO DEL COMUNE DI MILITELLO DI CATANIA

26/10/16 – L’ATTIVITÀ DI ASTI SERVIZI PUBBLICI

26/10/16 – IL CASO DI ASIA NAPOLI

25/10/16 – IL CASO DI IAL LOMBARDIA

25/10/16 – IL CASO DI TIEMME SPA

25/10/16 – L’ESEMPIO DI SIA SRL

25/10/16 – IL CASO DI GAIA SPA