Le buone pratiche della formazione: il caso di Casa Spa, Spes s.c.r.l., Apes s.c.p.a. e Società Risorse SO.RI. Spa

8 aprile 2020

In questo articolo segnaliamo il piano formativo codice avv022018105 finanziato da Fonservizi attraverso l’avviso 02_2018.
Protagoniste di questo piano territoriale dal titolo “Efficienza ed efficacia nel settore dei servizi” sono 4 aziende del comparto altri settori economici, impegnate nelle attività di recupero, manutenzione e gestione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica e nella gestione dei tributi locali.
In particolare il piano formativo è stato presentato dall’agenzia formativa Ti Forma S.r.l. per i dipendenti di Casa S.p.A., società di progettazione, realizzazione e gestione del patrimonio ERP dell’area fiorentina, di SPES s.c.r.l. e APES s.c.p.a. che gestiscono gli alloggi ERP rispettivamente sul territorio di Pistoia e Pisa e di SO.RI S.p.A., società che gestisce i tributi locali e le altre entrate dei Comuni Soci, compresa la riscossione.
I servizi erogati da queste aziende si distinguono per le seguenti caratteristiche: la centralità dell’utente/cliente; l’efficacia ovvero il dirigersi verso la prospettiva del miglioramento continuo delle performance; l’efficienza ovvero il rispetto di criteri di economicità e il corretto impiego delle risorse umane e finanziarie; il legame stretto con il territorio su cui insiste la collettività di riferimento. Le imprese destinatarie hanno quindi la necessità di garantire l’integrazione e la sinergia tra obiettivi economici e obiettivi sociali.
Per questo motivo la finalità generale del piano “Efficienza ed efficacia nel settore dei servizi” è quella di sensibilizzare i destinatari ai concetti di efficienza nell’erogazione dei servizi (ovvero utilizzo di migliori tecnologie, migliori processi di erogazione, controllo dei costi, degli approvvigionamenti) e di efficacia (ovvero azioni volte al miglioramento continuo dei servizi, all’identificazione di nuove esigenze sociali, alla progettazione e realizzazione di nuovi servizi).
Il Piano è indirizzato a 125 dipendenti, è strutturato in 340 ore di didattica articolate in 25 interventi formativi riconducibili alle aree tematiche della responsabilità d’impresa, dell’organizzazione del lavoro, del project management, delle tecnologie per l’innovazione e la comunicazione, della capacità gestionale e motivazionale, della comunicazione.
Al termine dell’intervento i partecipanti destinatari dovranno essere in grado di: lavorare efficacemente in team; guidare la propria squadra di lavoro; comunicare efficacemente con l’utente attraverso un ascolto attivo e finalizzato alla comprensione e soddisfazione dei suoi bisogni; presidiare e controllare il rispetto degli adempimenti di legge; adottare metodi per gestire il credito e le morosità; sviluppare una mentalità manageriale e una forte attitudine al problem solving.
Il risultato atteso è riassumibile nel concetto di “competenza” ovvero l’insieme di conoscenze, abilità e risorse psicosociali che contribuisce a orientare e sostenere l’attività del partecipante nel contesto “azienda”.
Il Piano ha avuto avvio in novembre 2019 e tra gli interventi già erogati vogliamo segnalare l’ottimo esito – riscontrato anche dal Fondo stesso durante l’audit in loco – del percorso in materia di progettazione, appalti e direzione lavori destinato a 9 dipendenti di Casa S.p.A. L’Azienda, in sede di analisi dei fabbisogni formativi, ha espresso l’esigenza di tenere aggiornate le professionalità interne costruite in anni di esperienza e al tempo stesso sviluppare la capacità innovativa dei suoi collaboratori, con l’obiettivo di riuscire a fornire un efficiente servizio di progettazione, gestione di gare d’appalto, direzione lavori dei nuovi interventi di edilizia residenziale pubblica. Il corso ha previsto un’impostazione metodologica mirata a privilegiare un approccio interattivo con la centralità del lavoratore nel percorso di apprendimento, attraverso un equilibrio tra lezione frontale e discussione di casi. Il tutto ha determinato uno sviluppo degli esiti attesi in linea con quanto definito in fase di progettazione e soprattutto una maggiore consapevolezza, da parte del personale delle aziende coinvolte nel piano formativo, del valore aggiunto della formazione, sia in termini di maggiori competenze acquisite che in termini di ottimizzazione dei processi di lavoro.

Articolo Redatto da Elisabetta Bulgarelli, Responsabile Formazione finanziata e in house Ti Forma S.r.l. Firenze

ARCHIVIO ARTICOLI LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE
17/11/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI MARIA CECILIA HOSPITAL

15/10/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI METALSUN SRL

15/09/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI FIUMICINO TRIBUTI S.P.A.

22/07/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DELLE SCUOLE CAMPANE

09/06/20 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DOTTOR SORRISO ONLUS

04/05/20 LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI EURO.MED., FA.MA. SOC.COOP.SOC. E LA PERGOLA SOC.COOP.SOC.

11/03/2020 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI VILLA TORRI HOSPITAL

22/03/19 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI SANTA MARIA DEL CASTELLO ONLUS

27/02/19 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: CONSORZIO PRODEST

24/01/19 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI ACSM AGAM SPA

18/12/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI A.AM.P.S. LIVORNO

20/11/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI C.T.I. A.T.I. GRUPPO A.IR. S.P.A.

18/06/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DEL COMUNE DI MESSINA

29/05/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: L CASO DELLE STRUTTURE SOCIO SANITARIE DELLA REGIONE LOMBARDIA

15/02/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: L’ESPERIENZA SMAT

31/01/18 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. CARBOIL

4/12/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. ATM Milano

31/10/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI DI. MAR. Srl

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI MOM – MOBILITA’ DI MARCA

26/07/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI INFRATRASPORTI TORINO

19/06/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI ACQUA NOVARA VCO

15/05/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO ATENA SpA

4/04/17 – LE BUONE PRATICHE DELLA FORMAZIONE: IL CASO DI SETA SpA

13/03/17 – IL CASO CTM CAGLIARI

28/02/17 – IL CASO DI “ LA GARDENIA SRL”

1/02/17 – IL CASO APT GORIZIA

28/12/16 – IL CASO DI ASA SPA

28/11/16 – L’ESEMPIO DEL COMUNE DI MILITELLO DI CATANIA

26/10/16 – L’ATTIVITÀ DI ASTI SERVIZI PUBBLICI

26/10/16 – IL CASO DI ASIA NAPOLI

25/10/16 – IL CASO DI IAL LOMBARDIA

25/10/16 – IL CASO DI TIEMME SPA

25/10/16 – L’ESEMPIO DI SIA SRL

25/10/16 – IL CASO DI GAIA SPA